Vinaora Nivo Slider 3.x

ORARI

 

PORTINERIA CENTRALE P.ZZA S.T. VERZERI

Lunedì-giovedì    7.00-21.00

Venerdì              7.00-19.15

 

AMMINISTRAZIONE 

Lunedì-venerdì    7.45-13.00 e 14.00-17.00

SEGRETERIA

Lunedì-venerdì    7.45-15.00

 

Telefono: 0461/981465

Fax: 0461/982734

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Iscrizioni

Prima di procedere all’iscrizione, è necessario fissare un colloquio con il responsabile della scuola di proprio interesse telefonando allo 0461/981465.

La modulistica per l’iscrizione va in seguito ritirata presso l’Ufficio Amministrativo.

Rette scolastiche

TABELLA RETTE MOD. 2017 2018 Pagina 1

 Misure di sostegno per lo studio

  • Assegno di studio  

In Provincia di Trento, le famiglie possono presentare domanda per ottenere l’assegno di studio entro il mese di dicembre di ogni anno.

L’assegno viene erogato sulla base della valutazione Icef (valutazione della situazione economico patrimoniale della famiglia).

L’importo massimo degli assegni di studio (riferimento anno 2016) è il seguente:

  • Scuola Primaria euro 600,00
  • Scuola secondaria di primo grado (media) euro 700,00
  • Scuola Secondaria di secondo grado (superiori) euro 1.100,00
  • La detraibilità delle spese scolastiche

Il 16 luglio 2015 è entrata in vigore la legge 107/2015 - “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti” che ha riformulato le disposizioni del TUIR(D.P.R 917/86) riguardanti le detrazioni per le spese di istruzione modificando , tra l’altro, l’art. 15 del Testo Unico sulle Imposte sui redditi.

In particolare le modifiche all’art.15 del DPR 917/86 sono:

comma1, lettera e-bis) → disciplina la detrazione delle spese “per la frequenza di scuole dell'infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado del sistema nazionale di istruzione di cui all'articolo 1 della legge 10 marzo 2000, n. 62, e successive modificazioni, per un importo annuo non superiore a 400 euro per alunno o studente.”, perciò il limite massimo della detrazione è pari a 76 euro.

Attualmente quindi ci sono due tipologie diverse di detrazioni possibili sulle spese scolastiche:

Tipologia di spesa scolastica Detraibilità
spese per la frequenza scolastica (*) ammesse in detrazione ai sensi dell’art. 15, comma 1, lettera e-bis), del TUIR nel limite massimo di spesa di 400 euro
erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici (*) ammesse in detrazione ai sensi della successiva lettera i-octies) senza limite di importo

Si ricorda inoltre che per le Famiglie che si trovano in situazioni di difficoltà economiche è possibile chiedere una maggiore rateizzazione della retta.

 

  • Buoni di Servizio

L’Istituto Sacro Cuore in data 17.11.2014 è stato iscritto fra i soggetti abilitati dalla Provincia autonoma di  Trento all’erogazione dei servizi di cura e di educazione acquistabili mediante i buoni di servizio o di accompagnamento cofinanziati dal Fondo Sociale Europeo.

I Servizi dell’Istituto Sacro Cuore per i quali è possibile richiedere i buoni sono i seguenti:

  • Doposcuola , per ogni ordine di scuola, dalla primaria alle superiori;
  • Attività extrascolastiche proposte dalla scuola sia  in lingua ( inglese,  tedesca, ecc.  )  che di altro contenuto,  dalla  scuola primaria alle superiori;

Informazioni dal sito della Provincia di Trento

Destinatari

Possono richiedere i Buoni di servizio madri lavoratrici, ovvero padri lavoratori appartenenti a nuclei familiari monoparentali, occupate/i o coinvolte/i in forme e/o azioni di espulsione dal mercato del lavoro connesse all'attuale fase congiunturale recessiva ed inserite/i in percorsi di formazione/riqualificazione finalizzati alla ricerca attiva di occupazione, in possesso dei seguenti requisiti:

  • residenti in provincia di Trento
  • con uno o più figli di età fino a 14 anni nel nucleo familiare (o fino a 18 anni nel caso di portatori di handicap o difficoltà di apprendimento o situazioni di particolare disagio attestate da personale di competenza)
  • con un Indicatore ICEF per Buoni di servizio idoneo

È possibile richiedere fino a 3 Buoni di servizio nell'arco dell'anno solare (5 in caso di utilizzo esclusivo per minori di età compresa fra i 3 mesi e i 3 anni). Per richiedere un nuovo Buono è necessario aver utilizzato almeno il 70% del precedente.

Modalità di funzionamento

Per ottenere un Buono di servizio occorre:

  1. Richiedere presso un CAF abilitato l'elaborazione di un ICEF per Buoni di servizio e verificarne l'idoneità; l'ICEF determinerà altresì il massimale di spesa del proprio Buono di servizio
  2. Richiedere a ciascun Ente erogatore di servizi per minori dei quali ci si vuole avvalere la compilazione di un apposito Progetto di erogazione del servizio, che riporterà l'indicazione precisa del costo totale del servizio e della quota parte a valere sul Buono di servizio
  3. Presentare alla Struttura Multifunzionale Territoriale Ad Personam il Modulo di richiesta di Buono di servizio debitamente compilato e firmato, con allegati l'ICEF per Buoni di servizio e tutti i Progetti di erogazione del servizio di proprio interesse
  4. Verificare l'ottenimento del Buono di servizio mediante l'inserimento nell'apposita graduatoria
  5. Ritirare il proprio buono di servizio e il relativo Registro Presenze e consegnarli all'Ente erogatore
  6. Durante lo svolgimento delle attività di cura dei minori, firmare giornalmente il Registro presenze

 

Libri di Testo

SCUOLA ELEMENTARE

I testi scolastici sono gratuiti, tuttavia il Consiglio di Interclasse può proporre l’acquisto di qualche testo supplementare. In tal caso è richiesto ai genitori di rimborsarne il costo o di acquistarlo personalmente.

SCUOLA MEDIA

La scuola in questi anni ha dato in comodato gratuito i libri di testo. Tuttavia si vuole favorire l’uso personale dei libri  e quindi di anno in anno il Consiglio d’Istituto invita i genitori degli studenti all’acquisto di alcuni testi: sul prezzo di copertina viene applicato uno sconto del 25% circa.

SCUOLA SUPERIORE

I libri di testo sono personali e quindi appartengono a ciascun studente.

Agli studenti che non abbiano superato i 16 anni, la scuola rimborserà una parte del prezzo di copertina dei libri.

I genitori sono pregati di conservare la fattura nominativa rilasciata dalla libreria presso la quale i libri vengono acquistati e di consegnarla in amministrazione, unitamente allo scontrino fiscale, per il rimborso entro e non oltre il 10 novembre.

 

Cassa Scolastica

Ad ogni alunno, all’atto dell’iscrizione, è richiesto un piccolo contributo che verrà utilizzato direttamente dal Consiglio di Istituto.

 

Buoni pasto

Per poter accedere alla mensa d’Istituto è necessario essere in possesso dei buoni pasto.

Nei giorni di rientro scolastico per attività curricolari le famiglie hanno diritto ai buoni a prezzo agevolato che si acquistano presso le banche autorizzate dalle Comunità di Valle. Si ricorda che i buoni pasto possono essere acquistati a prezzo inferiore da parte delle famiglie che abbiano la dichiarazione ICEF rientrante nei parametri fissati dalla PAT, rilasciata dal CAF a partire dal mese di luglio.

Per il pranzo dei giorni di rientro non obbligatorio i buoni vanno acquistati presso l’Amministrazione al costo di € 5,50. Normalmente si vendono blocchetti da 10 buoni. A fine anno scolastico i buoni che dovessero rimanere inutilizzati possono essere resi all’Amministrazione per il rimborso.

 

Organigramma

Vinaora Nivo Slider 3.x